Meraviglie di Vigezzo - Sabato 22 Agosto

Una lunga strada piodata sale da Arvogno al lago di Panelatte, dove la neve all’inizio dell’estate lascia spazio ai pascoli che affacciano sull’alta valle Onsernone.

La via conserva il fascino di tutte le vecchie strade: frequentata secoli orsono e modellata sapientemente da generazioni di pastori e montanari che hanno saputo preservare le peculiarità naturalistiche della montagna.

 

Dapprima si sale in una faggeta, interrotta di tanto in tanto dagli alpeggi; più in alto i faggi lasciano spazio ai larici e poi ai prati di alta quota. La mole spigolosa della Pioda di Crana ci tiene compagnia durante la salita, la abbandoniamo solo per tuffarci nei prati della valle Onsernone, punteggiati di torbiere e piccoli laghi.

 

Si cammina lungo i sentieri della transumanza, ma anche del contrabbando, lo ricorda la statua in legno dello spallone che ci guarda dall’alto della bocchetta di Muino.

 

Da qui è tutta discesa nella valle del Melezzo, che scende tortuosa tra i mirtilli e rododendri e si addentra nuovamente nel bosco. La fatica è ripagata dall’armonia del paesaggio che fa di questo itinerario uno dei più belli di tutta l’Ossola.

INFORMAZIONI

• TIPOLOGIA PERCORSO: anello

• PARTENZA:  ore 9.00 (Arvogno - Toceno - VB )

• ARRIVO: ore 18.00

• LUNGHEZZA PERCORSO: 16,5 km

• DISLIVELLO: 950 m (+100 m facoltativi per la Forcola di Larecchio)

• QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 15 euro


La quota NON COMPRENDE il viaggio da e per il punto di partenza, il pranzo al sacco e tutto quanto non espressamente indicato.
L’itinerario potrà variare in relazione alle condizioni meteorologiche e ambientali, oltre che per qualsiasi ragione legata alla sicurezza dei partecipanti.
L'escursione verrà annullata, con avviso tempestivo alle persone che avessero prenotato, nel caso di maltempo o qualora non si raggiunga il minimo di 6 partecipanti (Max 20).

 

DESCRIZIONE TECNICA

Itinerario impegnativo sia per lo sviluppo chilometrico che per il dislivello. Salita al lago di Panelatte con discreta pendenza, discesa dalla bocchetta di Muino a tratti ripida. Al di là della fatica si cammina sempre su sentieri privi di difficoltà tecniche. 

 

EQUIPAGGIAMENTO NECESSARIO:

•    scarpe o scarponcini con suola antiscivolo

•    giacca impermeabile e antivento

•    vestiario a cipolla: pantaloni comodi da trekking, pile o maglione di lana, piumino

•    cappellino, occhiali da sole, crema solare
•    scorta d’acqua 1,5 lt

•    viveri per pranzo al sacco

•    mascherina e gel igienizzante


EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO:
•    maglietta di ricambio
•    bastoncini da trekking

 

È necessario prenotare l'escursione entro le ore 16.00 del giorno precedente.
Per prenotazioni o maggiori informazioni scrivete una mail ad askthestone@gmail.com

 

© 2020 Ask the stone.

  • b-facebook